Se volete che la funzione di un programma non venga scoperta dall'utente, descrivetela nella documentazione.

— Anonimo

windows server

L'altra metà del cielo

http://www.stenoweb.it/files/blog/hibernation.jpg Sfidando la sfiga dico che il mio attuale Notebook di lavoro ha diciassette mesi: da settembre 2007 a dicembre 2008 ha avuto un unico sistema operativo installato, inutile dire quale. Poi mi son detto “hai una licenza mai sfruttata di Vista business, perché non dargli un occhio ?”. Tutti i miei “strumenti” di lavoro Windows risiedono in una VM Vmware, non è un passaggio traumatico, e poi meglio che prenda un po' di “mano” anche con Vista dato che, anche se in Azienda si vede pochino, non posso certo parlare sempre per sentito dire.
E allora via, ai primi di gennaio trasferisco Linux su disco USB da cui posso fare il boot in caso di emergenza e installo un fiammante Windows 2008 Server in modalità Workstation sul mio portatile Dell. Leggete l'articolo linkato, veramente interessante per chi vuol fare esperimenti.

Windows Server 2008 Core : un Windows senza windows

http://www.stenoweb.it/files/blog/windows2008logo.png Nell'attesa di mettere le mani su una versione "evaluation" per una prova seria (o almeno ci provo) mi stò documentando sulla nuova incarnazione server di Microsoft. La prima impressione che ho è che le novità sono talmente tante che mi sà che farò bene a trovare il tempo necessario che merita. Di articoli in giro se ne trovano a bizzeffe, non voglio essere ripetitivo, mi son voluto concentrare per il momento solo su quella che, per me, è la novità meno appariscente ma forse più attesa almeno dai sistemisti non di primo pelo, cioè la fantomatica modalità di installazione denominata core. Core ? Ma dove ho già sentito questa parola ? ;) Risultato prima impressione ? Un po' deluso, almeno per ora, ma la strada intrapresa rimane giusta.

Condividi contenuti