Il computer non è una macchina intelligente che aiuta le persone stupide, anzi è una macchina stupida che funziona solo nelle mani delle persone intelligenti.

— Umberto Eco

rsync

rsync server con CentOS

http://www.stenoweb.it/files/blog/centos.png Abbiamo già usato in passato rsync, un software in ottica client/server che sincronizza file e cartelle tra due locazioni (in rete o meno) minimizzando e ottimizzando il trasferimento dei dati. Un'importante caratteristica di rsync che non trova riscontri in programmi/protocolli simili (ad esempio ftp) è che il mirroring avviene attraverso una sola trasmissione per ogni direzione di comunicazione. rsync può copiare o visualizzare il contenuto delle directory e copiare i files, utilizzando opzionalmente la compressione dei dati e la ricorsione. Per default, rsync effettua la copia attraverso una connessione TCP sulla porta 873, ma può essere incapsulato su ssh per una trasmissione sicura dei dati. Tralasciamo ssh e vediamo come utilizzare il suo protocollo nativo usando come server CentOS. Sulle altre distro cambia solo la parte relativa all'installazione, per il resto rsync è rsync ...

Migrazioni - Parte 2/4

http://www.stenoweb.it/files/blog/stenoteam_0.jpg Una volta eseguita una installazione standard di Archlinux, proseguiamo con l'installazione LDAP + Samba come abbiamo già imparato a fare, anche se la configurazione di Samba, compresa anche la parte smbldap-tools, la lasciamo per il momento da parte, dal momento che dobbiamo "carpirla" dal vecchio server che andreamo a sostituire. La cosa che ci preme ora è preparare il sistema per il trasferimento dei dati che faremo con rsync. Cosa? Cominciamo subito con il trasferimento dei dati? Certo che si. Dobbiamo guadagnare tempo.

Condividi contenuti