Mai fidarsi di un computer che non è possibile gettare dalla finestra.

— Steve Wozniak

linux

Messaggi sicuri con PGP

http://www.stenoweb.it/files/blog/pgp.jpg ”Pronto? Scusa Stefano, sono Giorgio, mi devi risolvere un grosso problema. Vorrei mandare dei messaggi d'amore ad Afet, la mia amante turca, ma temo che mia moglie possa leggere le mie email. Possiamo risolvere la faccenda in qualche modo? Ho provato ad imparare il turco ma incontro qualche difficoltà con i verbi”.
Chissà quante volte vi hanno chiesto una cosa del genere! A parte gli scherzi capita di sovente che qualcuno voglia legittimamente celare ad occhi indiscreti la propria corrispondenza via internet. In fondo è come se, usando la posta ordinaria, usassimo sempre delle cartoline che potenzialmente tutti possono leggere: nessuno obietta se invece noi preferiamo utilizzare delle buste sigillate. Vediamo come aiutare il nostro infedele amico usando Thunderbird, Enigmail e GNUPGP.

Creare ISO e masterizzare CD e DVD da shell

http://www.stenoweb.it/files/blog/toast80.jpg Perdendomi nella grande rete cercando informazioni su cdrkit non potevo che cadere su wikipedia. Che ce frega? Be a me, dato che scopro come usare in modo basilare i tools di masterizzazione da linea di comando. Ed ecco allora che scatta l'appunto veloce...

Bash all' Italiana

http://www.stenoweb.it/files/blog/tuxitalia.jpg Nel nulla, perché non fare un bel articolo inutile? :D Ecco qua il prompt per i Fratelli d'Italia, per tenere il nostro tricolor, oltre che nel cuore, anche anche nelle nostre shell che ci accompagnano nel lavoro quotidiano.

Ubuntu Small Business Server, il libro

http://www.stenoweb.it/files/blog/linuxsbs.jpg Lo scenario di una scuola o di una piccola o piccolissima azienda dove il desiderio di risparmiare senza sacrificare la sicurezza o l' efficienza è un bisogno primario, diventa il terreno perfetto per soluzioni basate su GNU Linux, un sistema operativo di larghissima diffusione nella rete delle reti e dalla comprovata efficienza, sicurezza e scalabilità.

E ora, con questa guida passo passo di oltre 200 pagine realizzeremo un piccolo ma efficente, moderno e completo sistema utilizzando Ubuntu Server 8.04 LTS Server Edition che ci garantisce aggiornamenti fino al 2013.

Confronto tra package manager ?

http://www.stenoweb.it/files/blog/daditux.png E' difficile fare un confronto sereno tra package managers, tuttavia spesso si fa un po' di confusione, e quindi mi pare “simpatico” fare due chiacchiere su DPKG, APT e soci, per vedere come si collocano in rapporto ad altri strumenti analoghi, specie per quanto riguarda lo storico RPM creato da RedHat. Non so voi, ma per me è stato impossibile avere delle opinioni “superpartes”, è un po' come, rimanendo in ambito pinguinesco, chiedere se è meglio GNOME o KDE. Infatti quando si chiede a qualcuno quale sia il loro gestore di pacchetti preferito e perché, si ottengono sempre risposte uguali sia da una parte che dall'altra. Bisognerebbe a volte ammettere la propria ignoranza in merito, altrimenti la scelta pare più una questione di fede che altro. Va bé, l'unico modo è provarli e farsi delle personali e in quanto tali opinabili idee.

Non aprite quella porta!

http://www.stenoweb.it/files/blog/paura_0.png No, niente film dell'orrore anni '70 con rifacimenti vari in ogni epoca, ma solamente un paio di comandi per tenere sotto controllo le porte (TCP/IP ovviamante :D) che il vostro PC tiene aperte e quali processi vi sono associati.

Occhio ai comandi che vanno scritti su una riga sola, off course.

Un cubetto da nove pollici (scarsi)

http://www.stenoweb.it/files/blog/compiz.png Alla fine ho ceduto. Pure io ho il mio post dedicato a compiz. Ma sono scusato. Sono stato istigato dal Dell Mini che impunemente mi ha preso in giro. E sì, nel post precedente mi sono sbagliato, Compiz sul Dell Mini 9 funziona eccome, addirittura è già installato...

Convertire pacchetti deb da i386 a LPIA per Intel Atom

http://www.stenoweb.it/files/blog/deb.jpg Nel post precedente ho detto che sul Dell Mini 9 con processore Atom i "normali" pacchetti i386 non funzionano. I repository "standard" sono diversi, creati apposta per il gingillo di casa Dell con una architettura denominata LPIA (Low Power Intel Arch). Prima di perdersi d'animo sappiate che possiamo facilmente convertire i pacchetti senza dover ricompilare, attingendo all'ampio parco disponibile per i386. Vediamo come con un esempio.

Dell Mini 9 con Ubuntu on the road

http://www.stenoweb.it/files/blog/dellmini2.png Finalmente! Anche se alla fine ho dovuto annullare l'ordine da Dell: non perchè avevo perso la pazienza, ma perchè il "pupetto" è spuntato al Carrefour pure scontato di 50 euro (considerando le spese di spedizione). E così a 299 euro me lo sono portato a casa senza tanti pensieri. Il commerciale Dell ha capito subito, e mi ha confidato che si è trattato di "un successo imprevisto che ci ha preso un po' alla sprovvista". Non stento a credergli, per due motivi: primo, quando lo preso io alla cassa eravamo in tre con la scatola sotto il braccio (pare che siano andati esauriti già domenica 2 novembre) e secondo, e più importante, trattasi di un prodotto che senza problemi definirei MERAVIGLIOSO. Vediamo com'e' andata.

ArchLinux Small Business Server (36) - Fax Server (1)

http://www.stenoweb.it/files/blog/archlogo.png Ricordo un decennio fà (o forse più) quando illustri personaggi profetizzarono la scomparsa dei fax dai nostri uffici entro qualche anno al massimo. "La email ucciderà il fax, antiquato e oramai superato metodo di trasmissione delle informazioni". Vi risulta ? In Italia a me no. Anzi, oramai qualunque stampante o fotocopiatore multifunzione viene fornito con fax a bordo. Il motivo è banale, è il metodo più economico per certificare l'identità della persona o azienda che mi stà inviando qualcosa.

Condividi contenuti