Internet è il postino dei nostri tempi che nessun cane azzannerà.

— Mario Muratore

CIN CIN !

http://www.stenoweb.it/files/blog/tuxwine.png E chi dice che al bar non si possono far discorsi seri su Linux, Windows e compagnia ? La gente guardava un po' stranita, ma i contenuti erano profondi :). Ho incontrato Ruggo e invece di parlare di sport e di donne mi escono stè conversazioni noiose.
Le parole non sono esatte alla virgola, vado a memoria, ma i concetti sono quelli. Ciao Ruggo ! Me lo fai un commento stavolta :D ?

Ruggo: Ola Ste !, come ti butta ? Aperitivo ?

Steno: Ciao Ruggo! Paghi tu ?

R: Ah, Ah, non cambi mai. Paga chi beve meno e a tal proposito ti faccio in ritardo gli auguri per il tuo compleanno. Vecchio !

S: Azzo, mi hai fregato, pago io. Comunque grazie caro, te lo eri segnato in agenda ?

R: No l'ho letto sul tuo blog, sai, mi hai commosso con il discorso sulla famiglia :) quasi mi mettevo a piangere ...

S: Si, si, prendi in giro. Ma potevi lasciarmi un tuo commento sul blog fissato per l'eternità :D

R: Commentare sul tuo blog ? Ma scherzi ! Con il tuo tono da "professorone" ho paura ... mi pare di essere tornato a scuola, MAI contraddire il prof !

S: Davvero ? Uhmmm non mi ero accorto di stà roba... e poi che prof e prof su certi argomenti ne sai più tu di me, contraddicimi pure mico mi inalbero come quella volta ... in cui avevo ragione io e lo SAI PURE TU ;)

R: Ok, ok ti sistemo subito allora. Ho letto parecchi tuoi post, specie la bibbia che stai scrivendo sui server con Linux. Molto belli, lo ammetto, ma chi te lo fà fare ? Crociata tipo "Microzoz è il male", "Windows Server è nà ciofeca" ecc.. ?

S: Non ho mai scritto niente di simile, non per pudore, ma perchè non lo penso. Come te mi guadagno il pane su questo mondo e cerco di usare il meglio che offre. Nessuna pregiudiziale su Microsoft, anche se ovviamente a volte le sue scelte mi fanno girare le balle. Daltronde MS fà giustamente i suoi interessi, io faccio i miei e quelli dei miei clienti.

R: Spiegati meglio.

S: Ti faccio un esempio: piccola rete con 5-10 utenti. Firewall, Fileserver, Mail con antispam e antivirus, Proxy e Fax. Con Linux (e le mie guide naturalmente ;)) in qualche oretta hai fatto tutto. E senza far spendere al cliente il becco di un quattrino in fatto di licenze. In più hai un sistema affidabile, sicuro ed efficente. E non sono solo io a dirlo.
Con Windows Server ci metto meno ? Non credo proprio e mi devo acquistare anche i software che mi mancano tipo Exchange e compagnia.
Ad essere onesti, però, il palco casca di brutto se le esigenze cambiano.

R: Cioè se le dimensioni aumentano ?

S: In parte sì. Ho visto batterie di server Windows con servizi Microsoft annessi praticamente impossibili, almeno per quanto ne sò io, da replicare con Linux. Strumenti di collaboration come SharePoint ed Exchange che di per sè non hanno niente di speciale presi da soli. Anzi, in questo caso le alternative open esistono. Ma se cominci a farli lavorare insieme in sinergia con Office, ActiveDirecory, Terminal server, e altri servizi della "famiglia" ti rendi conto di quanto MS abbia lavorato in questa direzione. Tutta la gestione praticamente centralizzata sull'albero LDAP ActiveDirectory. Manca solo che possa spostare la sedia su cui poggia il culo dell'impegato :D
Questa "supremazia" è in parte accettata anche da Linux, prendi due mostri sacri come Evolution e Kontact che dispongono di "plugin" per lavorare con Exchange, e del fatto che praticamente tutte le maggiori distro supportano l'autenticazione nativa su ActiveDirectory. Un segnale chiaro.

R: Altri mondi. Lo vedi che fai il "professorone" ?

S: Ah, Ah, scusa. Ma non ti stò esprimento la verità assoluta. E' solo una mia opinione. Ma sono abbastanza "navigato" in questo mondo per essere sicuro di non sbagliarmi di tanto. Cmq io lavoro quasi essenzialmente con piccole aziende, quindi non mi scontro molto con queste realtà.

R: Ora che hai scritto come fare uno "Small Server" con Archlinux, sarà semplice per tutti. Anche se ammetto che, come per qualsiasi cosa, bisogna comunque avere un certo bagaglio tecnico altrimenti al primo problema ti impantani di brutto :(
E sui desktop cosa proponi ? Ubuntu ? Archlinux ? La vedo dura ...
E riguardo la tua guida sui firewall lo sai come la penso.

S: E da uno che vive di pane e Cisco che mi dovrei attendere ? Comunque non ho difficoltà a darti ragione in questo caso. L'ho pure scritto. Meglio un box esterno dedicato come firewall.
Riguardo ai desktop non sono ancora così ammattito. Dai clienti, servers a parte, c'e' Windows dappertutto. Se proprio me lo chiedono potrei anche installarlo, ma personalmente non mi è mai successo e non lo propongo.

R: Ma come ? Se tutti parlano di questo :D ! E poi cosa hai sul tuo PC ? Vista ?

S: Vista ? No, io uso Archlinux anche sul Notebook. Almeno per il momento. Ma non è una questione religiosa, si imparano molte cose basilari su come funziona un PC. E poi, per me, è estremamente divertente :D.
Ma per lavoro non potrei fare a meno della VM con Windows installato. Per molte cose meglio pagare una licenza per un software che stare a perdere tempo con controparti "approssimative" open. Su un desktop Windows nella maggior parte dei casi si stà meno ad ottenere lo scopo e pure con minore fatica. E' un dato di fatto, è brutto da dire ma bisogna avere l'onestà di ammetterlo. Esistono eccezioni ma sono sempre legate allo user "home". Internet, posta, chat, musica ecc..
Sul lato server invece l'utente finale non ci mette il naso. Bastano i risultati e questi ci sono vista l'alta qualità dei suoi servizi server di base.

R: Giusto. Vale la pena risparmiare qualche euro di una licenza Windows OEM ? Non credo proprio anche se una licenza Office ha un costo a dir poco vergognoso. Io non uso Linux stabilmente sul desktop, lo uso in dual boot con Windows e lo trovo pure carino. Ma non è che io mi limito a navigare su internet, leggere la posta, chattare e scaricare MP3. Openoffice và bene, ma esiste anche su Windows. Come pure Firefox, Thunderbird e altri "cavalli di battaglia" di Linux (pure Gimp e Pidgin girano su Windows). Certo che Microsoft con Vista ha fatto un pastrocchio, aiutando parecchio i suoi detrattori. :D

S: Dell mi forniva il Notebook senza Windows se volevo. Io per 50 euro la licenza OEM me la sono fatta dare ugualmente. Dunque qui sfondi una porta aperta. Trovo inamissibile come te che Windows+Office costino più del PC stesso. Qualcuno dice che "gratis" non basta, altrimenti tutti userebbero OpenOffice. Il fatto è che fino ad oggi anche MS Office è stato gratis: se lo sono copiato tutti. Office 2007 dicono sia più complicata da piratare ed ecco che la sua diffusione stenta; uniamo questo al fatto che si stà diffondendo una maggiore sensibilità verso il software "regolare" e salta fuori OpenOffice. Se poi spostiamo la battaglia sulla qualità di queste due suite non mi pronuncio: non sono certo un "power user" in questo campo (come il 95% della gente).
Per quanto riguarda Vista, secondo me, hanno, dal punto di vista tecnico (sul commerciale non metto becco) sbagliato a proporre (anzi, imporre) così tanti cambiamenti a livello interfaccia da infastidire chi da 5 anni era abituato a lavorare in un certo modo. Lavora sul kernel, sulle fondamenta (come hanno pure fatto, per carità) ma non stravolgere il modo di lavorare della gente. Comunque rimedieranno, ne sono sicuro, anche perchè non hanno previsto l'arrivo sul mercato di dispositivi tipo eeePC di Asus su cui Vista, data la "mole" è improponibile.

R: Secondo me un impatto positivo Vista lo ha avuto: ha fatto precipitare i prezzi delle RAM! A parte gli scherzi probabilemnte rideremo di questi discorsi tra qualche anno: ci sarà Vista o il suo successore. Punto.
Linux ? Sul desktop temo rimarrà per addetti ai lavori e per smanettoni come noi.

S: Non ho la sfera di cristallo, ma se non cambia qualcosa a livello di licenza e di frammentazione la vedo dura per Linux sul versante desktop. Restassero 2, 3 distro compatibili a livello di package manager, DE, e di librerie tra di loro forse qualcosa si muove. Anche se diventasse "a pagamento" non sarebbe uno scandalo. Ma se non arriva il supporto degli sviluppatori commerciali con software commerciali...
Il sistema operativo è un mezzo, non un fine. Qualcuno tende a dimenticarlo.
Ti ricordi OS/2 ?

R: Morto. Comunque le distro commerciali esistono mi pare. Novell, Xandros ecc..

S: Già, OS/2 era valido e ai tempi pure migliore di Windows. Le distro commerciali ? Se Linux non si stabilizza e non ha supporto da tutti non servono una mazza. Inutile rimanere anni con lo stesso kernel che non riconosce l'hardware per essere "stabili". Lo puoi fare con un server ma con un desktop è una chimera. Prendi una distro di un anno fà e prova ad installarla su di un PC attuale e capirai cosa intendo. Certo, data la natura "open", Linux non rischia certo l' oblio di OS/2, ma sul desktop rischia di rimanere perennemente, come hai detto tu, qualcosa per appassionati. Amen.

R: E tu cambi mestiere :D. Hai mai provato Mac OsX ?

S: Non credo, non sò fare altro :D. E poi Linux, i server e le cose che scrivo sul blog non sono certo il mio "core business".
Riguardo OsX mi piace molto una definizione che ho letto da qualche parte: "trappola di cristallo". Molto bello e valido, basato su BSD e quindi unix, con supporto da parte di produttori software di primo piano (Adobe, MS stessa...), ma .... ti leghi mani, piedi e palle ad Apple, peggio ancora di adesso. Se invece facessero un OsX installabile su PC non della Mela, e non sarebbe una cosa impossibile dato che esistono già versioni "illegali" del genere in giro, ho già pronti gli euro per comperarlo e provarlo. E per MS sarebbe veramente dura.

R: Ma allora perchè tieni Archlinux sul Desktop ?

S: In parte ti ho già risposto. Posso aggiungere che mi piace controllare cosa fà il sistema e perchè, mi piace non avere grattacapi con virus, malware, spyware e compagnia. Mi piace che i tempi di boot non si dilatino nel tempo e che il mio filesystem non si frammenti. Potrei continuare ma questi motivi per me sono già sufficenti. Linux è in continuo aggiornamento e Archlinux in particolare ti permette di rimanere costantemente aggiornato senza essere troppo "incasinato" da gestire. In rovescio di medaglia c'e' il fatto che bisogna avere un po' di dimestichezza con il sistema. Quindi è per gente del mestiere e appassionati diciamo. E' vero però che le distro "general purpose" stanno diventando sempre più raffinate e non è escluso che passi ad altro. Ti consiglio di provare Linux Mint. Veramente interessante questa Ubuntu "hackerata" a dovere, l'ideale CD da passare agli amici appassionati ma non molto esperti.

R: Non sei coerente. Dici che vorresti 2 o 3 distro e tu usi e ne proponi due esotiche.

S: Eh, eh, vero. Vedi che non sono un "professorone" ? Ma a me non piace seguire il gregge e comunque usare Mint è un po' come usare Ubuntu, condividono pure gli stessi repository software.

R: E allora freghiamocene e buttiamoci su BSD !

S: Lo sai che anche se volevi non hai detto una fregnaccia ? La licenza BSD è molto più permissiva della GPL. Il codice BSD può essere inglobato in software commerciale. La GPL, che ha le sue sante ragioni ma tiene lontani molti sviluppatori, ti sega le gambe subito. Ma il discorso sulle licenze è una palude, lasciamo perdere.

R: Lo sai che pure Microsoft ha implementato il suo stack TCP/IP partendo da quello BSD ? Comunque io non volevo parlare della licenza BSD ma dei sistemi operativi come pcBSD, openBSD e compagnia.
Ma lasciamo perdere, è ora di cena, non hai una ultima perla di saggezza da propinarmi ?

S: I computer sono complicati e difficili da gestire. Inutile tentare di renderli semplici.

R: Allora noi siamo degli eletti iperdotati con QI cubico?

S: A quanti gradi si lava la camicia che indossi?

R: Cosa centra ?

S: Quanto costa un litro di latte ? Per quanto tempo deve fermentare il prosecco che tieni in mano?

R: Ok, messaggio ricevuto. "A ognuno il suo mestiere". Oppure "Non è difficile piantare un chiodo ma è difficile sapere dove piantarlo".
Dopo questa cazzata son proprio curioso di sapere qual'e' il tuo "core business".

S: Mammia mia che tardi, devo andare :D !

R: Ma nooo, un consiglio per questi giovani che ti stavano ascoltando allucinati, dai !

S: Studiate e trombate più che potete.

R: Ah, ah ciao Ste !. CIN CIN !

S: Prosit :D.

Ciao, veramente un ottimo post: Condivido! :)

Prosit :D

Torna a scrivere le guide và ! :D

A chi legge questo post posso solo confermare la terzultima riga. E' l'unica frase che ricordo :D

Ciao Ste! ;)

Totalmente in accordo con tutto.
Anche con la terzulitima riga, con estensione della "seconda parte" anche a chi è più avanti con gli anni.
LOL

@firetux
Viva !

@ruggo
Non ci posso credere ! Hai scritto un commento ! :D

@telperion
E no caro, troppo comodo. Se vuoi la seconda parte devi applicarti anche sulla prima ! LOL