Se compila, allora funziona.

— 2° Teorema di Polizzi

Personalizzare Ubuntu Hardy Heron 8.04 al 101%

2. SEZIONE INTERNET

2.1 Configurazioni del sistema

Per rendere Hardy più performante su Internet, occorre applicare alcuni piccoli trucchi che vi permetteranno di avere delle risposte più veloci dal sistema.

a - Disabilitare l’IPv6

Il protocollo IPv6, ancora per poco tempo, non viene sfruttato appieno dai server di tutto il mondo. Questo, però, può causare dei piccoli rallentamenti nel sistema in termini di rapidità di risposta, soprattutto per coloro che hanno una connessione via modem.
Per aggirare questo fastidio, basta andare su Applicazioni -> Accessori -> Terminale e digitare quanto segue:

sudo gedit /etc/modprobe.d/blacklist

e aggiungere le seguenti righe:
#blacklist ipv6
blacklist ipv6

Salviamo il file e chiudiamo Gedit. Per rendere effettive le modifiche ed avere l’IPv6 disabilitato, occorre riavviare il sistema.

b - Utilizzare i DNS di OpenDNS

Spesso, il problema dovuto alla lentezza del caricamento delle pagine web, è da attribuirsi ai DNS. Per tali ragioni, OpenDNS offre a tutti la possibilità di utilizzare i propri Domain Name System, coadiuvati anche da una serie di caratteristiche che servono a proteggere l’internauta.
Per abilitare i relativi DNS, apriamo il terminale e digitiamo:

sudo gedit /etc/resolv.conf

Ora, all’inizio del file, inseriamo queste due righe:
nameserver 208.67.222.222
nameserver 208.67.220.220

Salviamo e chiudiamo Gedit. Da questo momento in poi, utilizzerete i DNS di OpenDNS.

2.2 Configurare Firefox al 101%

Firefox è il browser di default proposto da Ubuntu. Nell’attesa che la versione proposta esca dalla fase beta, occorre aggiungere qualche caratteristica per renderlo adatto alle nostre esigenze al 101%.

a - Configurazioni di base

Come prima operazione, andiamo nella barra degli indirizzi, digitiamo about:config e premiamo INVIO. Verremo accolti da un avviso che ci ricorda di non manipolare la configurazione di Firefox, per non incorrere in instabilità o problemi vari. Quasi sicuramente, Firefox andrà in crash altre volte senza mettere mano alle configurazioni. Pertanto, clicchiamo senza problemi su Farò attenzione, prometto.
Dalla nuova schermata che si presenta, andiamo in Filtro e digitiamo:

network.dns.disableIPv6

Nella riga sottostante, comparirà la chiave cercata. Facciamoci sopra doppio click per far passare il valore da false a true.
Ora, procedendo in maniera analoga, cercate le seguenti stringhe:
network.http.pipelining
network.http.proxy.pipelining

e settate anch’esse a true, cliccandoci sopra due volte.
Di nuovo, cercate la seguente stringa:
network.http.pipelining.maxrequests

cliccateci sopra due volte ed inserite come valore 32.
Come ultima operazione, dalla stessa schermata, cliccate con il tasto destro su di un punto qualsiasi della scheda NomeParametro, poi andate su Nuovo -> Intero ed inserite la seguente stringa come Nome:
nglayout.initialpaint.delay.

Premete INVIO, ed impostate come valore 0.
Un rapido riavvio, ed avrete Firefox molto più scattante.

b - Aggiungere le estensioni

Come sicuramente saprete, la forza di Firefox risiede nelle sue decine di centinaia di estensioni. Grazie ad esse, il browser di casa Mozilla diventa realmente personalizzabile secondo i propri gusti e necessità.
Tra le centinaia di add-ons disponibili, si consiglia di installare i seguenti:

  • AdBlock Plus per bloccare ogni sorta di pubblicità dei siti internet ed altri elementi che ne appesantiscono la navigazione
  • Download Statusbar per avere un riscontro visivo dell’avanzamento dei vari download effettuati
  • Fission per poter visualizzare graficamente il caricamento di una pagina web in pieno stile Safari
  • PDF Download per permette di far scegliere all’utente se visualizzare o scaricare un PDF

Ovviamente, per tutti coloro che volessero cercare altre estensioni più adatte ai propri gusti, occorre semplicemente recarsi sul sito ufficiale dei Firefox Add-ons.

c - I plugin video

Per completare la personalizzazione del nostro browser preferito, occorre che non abbia mai alcun problema durante lo streaming on-line dei files. Per questo motivo, in base al lettore video che abbiamo scelto nella seconda parte di questa guida, occorrerà installare il relativo plugin per Firefox (come già consigliato).

MPlayer plugin video

Se si sceglie di utilizzare MPlayer come lettore unico, sia in locale che in streaming, occorre installare il relativo plugin per Firefox e disinstallare quello relativo al lettore Totem.
Installa da Synaptic:

mozilla-mplayer

Cancella da Synaptic:
totem-mozilla

Installa da terminale il plugin di Mplayer e cancella quello inutile:
sudo apt-get install mozilla-mplayer && sudo apt-get remove totem-mozilla

Ora, per avere una gestione migliore del plugin appena installato, apriamo il terminale e digitiamo:
sudo gedit /etc/mplayerplug-in.conf

Ed inseriamo questi settaggi:
download=1
cachesize=1024
cache-percent=25
keep-download=0
dload-dir=$HOME
noembed=0
autoplay=1
enable-wmp=1
enable-qt=1
enable-rm=1
enable-gmp=1
enable-dvx=1
enable-mpeg=1
enable-mp3=1
enable-midi=0
enable-pls=1
enable-ogg=1
enable-smil=1
enable-helix=1
nomediacache=0
nopauseonhide=1
black-background=1
rtsp-use-http=0
rtsp-use-tcp=0

Salviamo e chiudiamo Gedit. Infine, per rendere effettive le modifiche, aprite la vostra cartella Home, premete contemporaneamente CTRL + H e posizionatevi nella directory
./mozilla/firefox/[serie di caratteri]/

e cercate e cancellate il file pluginreg.dat. Una volta riavviato Firefox, il file appena eliminato verrà ripristinato con i nuovi settaggi che avete aggiunto.

VLC plugin video

Se si sceglie di utilizzare VLC come lettore di default per i contenuti in streaming, occorrerà installare il relativo plugin e cancellare quelli non necessari.
Installa da Synaptic:

mozilla-plugin-vlc

Cancella da Synaptic:
totem-mozilla

Installa da terminale il plugin di VLC e cancella quello inutile:
sudo apt-get install mozilla-plugin-vlc && sudo apt-get remove totem-mozilla

Terminati questi semplici passaggi, potrete godervi il nuovo plugin all’opera!

2.3 Le alternative a Firefox

Flock - il social web browser

Flock è un browser basato interamente su Firefox. La peculiarità riguarda l’implementazione di una serie di servizi utilissimi per tutti coloro che amano il web 2.0, quali Gmail/Yahoo mail, Picasaweb, Facebook, Twitter, Flickr, Youtube e del.icio.us, solo per citarne alcuni.
Per installare questo curioso browser 2.0, si può scaricare e compilare i sorgenti disponibili dalla sezione download di Flock, oppure, più semplicemente, basta scaricare il pacchetto compilato appositamente per la nostra Hardy dai ragazzi di GetDeb. Una volta scaricato il .deb, eseguite il classico doppio click sul file e seguite la procedura standard per installarlo.

Ie4linux - Internet explorer su Linux

Se non potete farne a meno, Ie4linux vi permetterà di installare sulla vostra Hardy Internet Explorer 6 (e tra poco anche il 7). Per effettuare questa operazione, aprite il terminale e digitate:

wget http://www.tatanka.com.br/ies4linux/downloads/ies4linux-latest.tar.gz

Ora, terminato il download del file, lo decomprimiamo nel seguente modo:
tar zxvf ies4linux-latest.tar.gz

Apriamo la cartella appena creata:
cd ies4linux-*

Ed eseguiamo lo script:
./ies4linux

Appena avrà inizio l’elaborazione del file, si aprirà una pratica finestra che vi permetterà di scegliere quale versione di Internet Explorer installare, e se renderla disponibile sul Desktop. Rispondete secondo le vostre esigenze e poi attendete la fine dell’installazione.

Vedremo ora la parte riguardante la sezione Internet inerente ai programmi per gestire la posta, chattare, chiamare usando il Voip, scaricare files e leggere i feed rss.

qui ho raccolto un bel pò di repository e periodicamente li controllo, elimino quelli non funzionanti e ne aggiungo di nuovi. Se ne conoscete altri potete propormi l’inserimento nella source.list http://www.ingalex.helloweb.eu//index.php?option=com_content&task=view&i...
In oltre ho inserito anche una guida testuale e una videoguida all’inserimento delle chiavi gpg mancanti per autentificare i repository

Complimenti per quello che hai fatto. Un aiuto formidabile. Grazie di cuore

Grazie mille!! Cazzo!! :D

Se poi facessi una guida di come aggiornare e installare quel che si vuole su ubuntu fregandosene dei repository ufficiali... (ho una sala con 40 pc e per aggiornare firefox alla 3 ho preferito reinstallare xubuntu 8.10 piuttosto che forzare i pacchetti a mano pc per pc). Perché non ci sono .deb di firefox?

Non ci sono sei sicuro?

What's up, this weekend is fastidious designed for
me, for the reason that this time i am reading this enormous
educational piece of writing here at my residence.