Il testing non può mai rivelare l'assenza di bug.

— Edsger Wybe Dijkstra

Drupal sforna la sesta versione

http://www.stenoweb.it/files/blog/drupal0.png Non è una notizia fresca fresca (anzi), ma ne parlo ora dal momento che finalmente sono riuscito a dedicare un po' di tempo per dare un occhio a questa nuova incarnazione di . Che dire, riescono sempre a sorprendermi. Quando guardo queste cose non riesco ancora a non meravigliarmi del fatto che un prodotto del genere, così ben strutturato, programmato e supportato possa essere a disposizioni di tutti liberamente.
Per testare il sistema mi son messo a costruire un nuovo tema, per poi però accorgermi che ancora troppi moduli devono "passare" alla nuova versione 6. Pazienza, è solo questione di tempo, ogni giorno ci sono molti contributi in questo senso.
Tuttavia il tema che ho preparato è rimasto e l'ho convertito per la versione 5 che gira su questo sito.

Ma vediamo le principali novità che porta questa nuova fiammante versione.

Cos'e' Drupal ?

Bhè, lasciatemi cominciare con questo paragrafo, magari c'e' qualcuno che non capisce di cosa stia parlando. Naturalmente non voglio inventarmi niente, e quindi vi rimando alla a questo fantastico prodotto su wikipedia.

Drpal oggi è una comunità enorme di oltre 240.000 istritti, e "motorizza" importanti siti tra cui ricordiamo , , , , e .
E come non menzionare particolari progetti di , , , e altri. Drupal può essere utilizzato per creare blogs (), deliver podcasts (), online communities () e molte altre cose, tipo ad esmpio il vecchio sito di archlinux.it :D.

Drupal non è semplicissimo, bisogna capirne filosofia ed architettura per apprezzarlo veramente, ma è una ottima piattaforma di studio e programmazione con possibilità di estensione e personalizzazione pressochè illimitate.

Le novità della versione 6

Veniamo al dunque, ecco una breve carellata di cosa porta in grembo la versione 6 rispetto alla 5 :

Installazione semplificata

L'installazione non era proprio "point e click", ora è stata resa alla portata di newbie. A me personalmente non interessava più di tanto questo aspetto, abituato a prodotti come ad esempio Archlinux che pone l'attenzione a cose più importanti che non l'installazione grafica. Comunque ora è veramente semplice.

Chi vuole approfondire ecco uno che illustra questo processo.

Drag and Drop

L'interfaccia amministrativa supporta il "drand and drop". Significa che è possibile "trascinare" oggetti a video per comporre menu, fare upload di files e altro.

Multilingua

Finalmente le funzionalità multiligua per i contenuti (per l'interfaccia naturalmente c'era già) è stata portata nel "core". Con un modulo aggiuntivo si può addirittura fare la draduzione "on fly" della interfaccia.

Azioni e triggers

Possono essere impostate delle azioni arbitrarie (ed estensibili) a particolari eventi: ad esempio che sò, invia una mail se un utente compie una particolare azione o pubblica una notizia se si raggiungono 100 post. Queste azioni possono essere automatizzate senza scrivere una riga di codice, sono molte e altre verranno fornite magari da moduli aggiuntivi.

OpenID

Il sistema di autenticazione ora fà parte del core.

Aggiornamenti

Ora è possibile essere avvisati quando c'e' una nuova versione di Drupal, di un modulo o di un Tema, il tutto direttamente da interfaccia amministrativa.

Theming system

Qui le novità sono veramente molte e forse le più interessanti per in non sviluppatori, che sono tutti quelli che "vestono a festa" Drupal costruendo il tema grafico di presentazione dei contenuti.
Molte funzionalità del motore dei templates è "sceso" nel core rendendo possibile personalizzare il modo in cui vengono presentati i dati con maggiore facilità. Non si toccano i files del core ! Se ne sovrascivono le funzionalità nel proprio tema !
Questi aspetti (già presenti nelle versioni precedenti) sono stati notevolmente potenziati, semplificati ed estesi ora anche ad elementi javascript.
Una particolare menzione al modulo developer che semplifica il maniera tremenda lo sviluppo di un tema. E' una sorta di che molti utilizzatori di Firefox conoscono, ma integrato in Drupal: ad esempio cliccando su un elemento ci viene detto quele template o funzione ha generato quel particolare e ci suggerisce pure il nome da assegnare per sovrascriverne le funzioni! Fantastico. Chi vuole approfondire può vedere uno ma soprattutto leggere l'ottima guida .

Sicurezza e performance

Questi sono aspetti meno "visivi" ma importantissimi. Granularità dei permessi, avvisi di sicurezza, check delle passowords, sistema di log esteso, codice ottimizzato e molto più performante, e una marea di altri piccoli "improvements" che faranno felici molti utilizzatori di Drupal.

Migrare ?

Direi di no, per ora moduli che io ritengo indispensabili sono ancora in fase di sviluppo e mi impediscono di utilizzarlo da subito (è successo lo stesso nel passaggio dalla versione 4 alla 5, Drupal se ne frega alla grande della retrocompatibilità per precisa scelta), ma fra un 6, 7 mesi ...

Grande prodotto.