Un giorno le macchine riusciranno a risolvere tutti i problemi, ma mai nessuna di esse potrà porne uno.

— Albert Einstein

Rispondi al commento

Ubuntu Small Business Server 10.04, eBook e Libro

http://www.stenoweb.it/files/blog/linuxsbs-2.jpg SECONDA EDIZIONE!

Lo scenario di una scuola o di una piccola o piccolissima azienda dove il desiderio di risparmiare senza sacrificare la sicurezza o l' efficienza è un bisogno primario, diventa il terreno perfetto per soluzioni basate su GNU Linux, un sistema operativo di larghissima diffusione nella rete delle reti e dalla comprovata efficienza, sicurezza e scalabilità.
E ora, con la seconda edizione di questa guida realizzeremo un piccolo ma efficente, moderno e completo sistema utilizzando il nuovo Ubuntu Server 10.04 LTS Server Edition che ci garantisce aggiornamenti fino al 2015.

This book is also available in English!.

Formati

TIP: Che tu abbia o meno acquistato il libro, iscriviti alla mailing list utilizzando il piccolo form giallo qui a fianco: in questo modo sarà più facile rimanere aggiornati sugli sviluppi della guida, sia per quanto riguarda nuove edizioni come anche semplici update o promozioni e sconti sulla stessa. Non temere, sarò discreto!

PS: Se stai cercando la versione per Ubuntu 8.04 LTS vai su questa pagina

Contenuti

Un'altra, ennesima, guida su Ubuntu Server? No, mi spiace, perché quelle esistenti tendono ad essere delle buone guide teoriche ma estremamente generiche e vaghe quando si tratta di "fare" le cose. Questo volume è una guida pratica e concreta, è frutto della mia personale esperienza sul campo maturata negli anni affrontando casi "veri" che vi farà ottenere un server con servizi integrati e funzionanti accompagnadovi passo passo. La guida definitiva? No, ovviamente no, ma un ottimo punto di partenza per chi vuole dedicarsi alla professione del Sistemista in ambiente Linux.

Questa nuova edizione, disponibile in formato eBook PDF, in eBook ePub e nel tradizionale formato stampato, è stata riveduta, corretta e ampliata di una sessantina di pagine, per rappresentare ancora una volta un aiuto formidabile per chi voglia realizzare un server utilizzando Ubuntu Server, la distribuzione Linux con più ampia diffusione oggi.

Ma cosa c'è di nuovo rispetto alla prima edizione?

  • Basata sulla ultima Ubuntu con supporto prolungato, la unica che viene supportata dai vendor hardware, ossia la versione 10.04 Lucid Lynx uscita nell'aprile 2010.
  • Vista la ampia diffusione viene illustrato come sia possibile integrare il nostro sistema, in alternativa ad OpenLDAP, anche con il diffusissimo Active Directory di Microsoft.
  • Il capitolo LDAP Server è stato riscritto visto che le procedure di configurazione sono notevolmente variate rispetto alla precedente LTS.
  • Il capitolo DNS & DHCP raddoppia, analizzando anche la possibilità di fornire questi servizi utilizzando lo standard de facto in materia, e cioè BIND e DHCPD.
  • Nel capitolo Mail Server viene anche proposta come alternativa la realizzazione di un Relay server interno mantenendo tuttavia la gestione dei fitri antispam e antivirus.
  • Nel capitolo LAMP installeremo anche phpLDAPAdmin per gestire via web OpenLDAP.
  • Il capitolo File Server comprende anche la configurazione come server membro di Active Directory e la gestione delle quote disco.
  • Il capitolo Proxy Server contiene anche le procedure da eseguire per integrarlo con il sistema di autenticazione di Active Directory.
  • Il capitolo relativo all' Instant Messaging si fa in due passando in rassegna anche la configurazione del server java Jabber Openfire in aggiunta al canonico Jabberd2.
  • I capitoli non menzionati sono tutti stati aggiornati affinché le procedure descritte abbiano successo con Ubuntu Server 10.04.

Ma vediamo per esteso cosa contengono i relativi capitoli:

Capitolo 1 – Operazioni Preliminari
Prima di iniziare è necessario predisporre la macchina e capire le convenzioni usate nella guida. In questo libro non viene spiegato come installare Ubuntu Server e leggendo questo capitolo si comprendono i prerequisiti necessari per poter usare questa guida.

Capitolo 2 – Il comando sudo
Cenni sul funzionamento e sullo scopo del comando sudo, il motivo per cui è stato adottato e pregi e difetti rispetto al modello tradizionale con root e su.

Capitolo 3 – SSH Server
Installare il servizio Secure Shell è necessario per le operazioni di installazione e gestione non solo del server ma anche delle workstation da remoto attraverso un tunnel sicuro.

Capitolo 4 – LDAP Server
Il server LDAP è il fulcro attorno a cui orbitano tutti i servizi proposti su questa guida. Sarà depositario degli account utente, e tutti i servizi si appoggeranno ad esso per l'autenticazione. Indispensabile per realizzare un Single Signon, ed avere un' unica base dati per utenti e password. In questo capitolo verrà mostrato sia come dotarsi di un server LDAP autonomo utilizzando OpenLDAP, sia come fare per appoggiarci ad un servizio esterno e diffusissimo come Active Directory di Microsoft.

Capitolo 5 – DNS & DHCP Server
Un semplice servizio di Caching DNS e DHCP per fornire in modo trasparente ai PC della nostra rete sia gli indirizzi IP che la risoluzione degli stessi. Indispensabile. Verranno mostrate due soluzioni alternative, la più semplice dnsmasq e la più completa accoppiata Bind & DHCPD.

Capitolo 6 – Firewall Server
La sicurezza è importante. Qui impareremo a configurare in nostro server perché controlli il traffico tra la nostra rete privata e internet. Indispensabile a molti servizi e assolutamente impossibile da ignorare.

Capitolo 7 – LAMP Server
Per poter fornire servizi particolari (ad esempio Webmail) è necessario avere a disposizione un Webserver con database e supporto PHP (LAMP). In questo capitolo impareremo ad installarne uno semplice ma funzionale ai nostri scopi.

Capitolo 8 – File Server
Questa è una delle parti più importanti e uno dei motivi “principi” per cui viene installato un server in azienda. Qui ne realizzeremo uno completo di autenticazione sia verso OpenLDAP che verso Active Directory. Vedremo anche come risolvere alcuni problemi e casi particolari che possono presentarsi quando si realizzano soluzioni di questo tipo.

Capitolo 9 – Mail Server
Qui impareremo a realizzare un servizio completo SMTP, POP3, IMAP e Webmail sia ufficiale che in configurazione relay, per dotare la nostra rete di un moderno servizio di posta elettronica completo di filtri antispam e antivirus.

Capitolo 10 – Proxy Server
Il controllo della navigazione su internet è importante. Seguendo questo capitolo realizzeremo un servizio di Proxy caching per velocizzare la navigazione, completo di autenticazione utente integrata con Samba/LDAP e Active Directory, controllo sui siti visitati e configurazione automatica dei browser con WPAD.

Capitolo 11 – Time Server
Un semplice servizio per sincronizzare data e ora su tutta la rete prelevandole da internet.

Capitolo 12 – Snapshot Backup
Il salvataggio dei dati è importante. Qui vedremo e capiremo come realizzare una soluzione moderna, veloce ed efficiente di Backup usando solo strumenti software già inclusi nel sistema operativo e supporti economici come dischi esterni USB.

Capitolo 13 – Instant Messaging Server
I servizi chat dilagano nella rete, e stanno pure diventando utili in certi casi. In questo capitolo vedremo un paio di soluzioni su come realizzare un server privato ma all' occorrenza facilmente integrabile con quelli esistenti su Internet. Il tutto sempre sfruttando la nostra base utenti aziendale su OpenLDAP o Active Directory.

Capitolo 14 – Fax Server
Nonostante molti pensino che il fax sia uno strumento di comunicazione antiquato, alla prova dei fatti questo non risulta vero. In ambito aziendale un servizio di questo tipo è ancora usato moltissimo e noi non possiamo ignorarlo.

Capitolo 15 – VPN Server
In questo capitolo impareremo a configurare un servizio VPN in modo basilare per permettere a collaboratori esterni di accedere in modo sicuro attraverso una connessione protetta ai nostri servizi. Il tutto da remoto attraverso Internet come fossero seduti accanto a noi.

Capitolo 16 – Conclusioni
Riflessioni, ringraziamenti e links ai siti ufficiali dei software utilizzati.

Attraverso il link citato come fonte, potete anche vederne una anteprima.

Grazie a tutti e alla prossima.

Stefano Giro

Rispondi

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.