Se le auto funzionassero come i software, si bloccherebbero due volte al giorno senza motivo e l'unica soluzione sarebbe reinstallare il motore

— anonimo dirigente General Motors

Rispondi al commento

  • user warning: Table './stenoweb/node_comment_statistics' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT last_comment_timestamp, last_comment_name, comment_count FROM node_comment_statistics WHERE nid = 189 in /home/stenoweb/public_html/modules/comment/comment.module on line 596.
  • user warning: Table './stenoweb/node_comment_statistics' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT last_comment_timestamp, last_comment_name, comment_count FROM node_comment_statistics WHERE nid = 3 in /home/stenoweb/public_html/modules/comment/comment.module on line 596.
  • user warning: Table './stenoweb/node_comment_statistics' is marked as crashed and should be repaired query: SELECT comment_count FROM node_comment_statistics WHERE nid = 3 in /home/stenoweb/public_html/modules/comment/comment.module on line 1121.

Morfik 2.0, RAD AJAX per utenti Delphi e Visual Basic

http://www.stenoweb.it/files/blog/MorfikWatcher.png Ogni tanto qualcuno pensa a noi vecchietti e incalliti programmatori Delphi. Mi rivolgo a loro: sappiate che forse avete qualche speranza, e potete iniziare a sviluppare applicazioni senza buttare nel cesso quanto avete imparato in duri e profiqui anni con il vostro/nostro fantastico e produttivo RAD. La mania del web imperversa (non è una moda passeggera, siatene certi) e dover combinare qualcosa con un modello di sviluppo anni 80 fatto di text editors, debugger e compilatori tutti slegati tra loro che tentano di assemblare tecnologie e linguaggi che poco hanno in comune è un delirio. Ve lo garantisco. E ora sembra non esista altro dio che lui: AJAX, che anziché dare una pulitina a tutto come il suo omologo detersivo da lavatrice, ci è cascato diritto in testa contribuendo ancora una volta e rimisciare il minestrone.

Non fraintendetemi, il presupposto di AJAX (e altre tecnologie simili) di dare maggiore interattività alle applicazioni web per avvicinarle a quelle desktop è cosa buona e giusta, ma è nello stesso tempo un delirio pensare che una persona “normale” e da sola possa districarsi nel calderone HTML, CSS, Javascript, XML, Tizio, Caio, Sempronio e fratelli sparsi senza un “aiutino”.

Morfik AppBuilder

Ed ecco l'aiutino arrivare dalla Tasmania. Non è l'unico tool del genere, ma per chi proviene da Delphi si. L'ambiente risulta familiare, con un modus operandi simile a quanto si è abituati si riescono a produrre applicazioni web AJAX 100%, con tanto di parte server che di parte browser. Le applicazioni possono usare database e disporre di un layout grafico piacevole e moderno senza diventare matti. Il tutto con debugger integrato e compilazione per “girare” sia su server Windows che Linux.

Un file .exe ?

Si, risulta un po' strano per una applicazione web, ma quello che si ottiene è proprio questo. All'interno (per impostazione predefinita, ma può essere cambiato) c'è tutto quello che serve alla vostra XApp (che è il modo con cui vengono chiamate le applicazioni web prodotte):

  • Il server web (Apache)
  • Il database (Firebird)
  • Tutto il codice HTML/XML/CSS/Javascript necessario
  • Tutte le resources (immagini, bottoni, ecc..)

L'interfaccia è piacevole e funzionale (utilizza la fantomatica “Ribbon” introdotta da Microsoft con Office 2007) e anche se il prodotto risultante possa girare sia in Linux che in Windows, l'ambiente di sviluppo è utilizzabile solo su quest'ultimo.

Se non avete bisogno di database si possono produrre applicazioni che Morfik chiama Browser only. Queste sono pubblicabili su qualsiasi server web e girano completamente sul lato browser.

Il prezzo? Equo direi.

Non per tutto

Soluzione definitiva? No, certo che no. Morfik non va bene per tutto, una XApp che abbia bisogno di database (non è supportato il solo Firebird) non può essere messa su di un server condiviso di Aruba come fareste con il vostro Blog targato Wordpress.
Morfik è una valida opzione per applicazioni aziendali verticali dove si ha un server personale a disposizione e magari si vuole condividere dei dati interni su piattaforma web. Con Morfik continuerete ad usare le vostre competenze RAD occupandovi della logica dell'applicazione senza addentrarvi in terreni sconosciuti.

Difetti

La documentazione non è esaustiva, bisogna un po' barcamenarsi tra help in linea, forum, wiki, un libro in PDF (gratuito ma riferito alla versione precedente) e le videoguide on line.
Consiglio comunque di leggere il libro, per entrare nell'ottica di come funziona un tool di questo tipo.
Comunque non è tutto oro quello che luccica, come spesso accade c'è parecchio da studiare/sudare (per fortuna ci sono parecchi esempi), non fatevi illusioni.

Se siete un po' interessati date una occhiata al video di presentazione, vale più di mille parole.

http://www.morfik.com/
http://www.morfikwatch.com/

Rispondi

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.